Dieta ProteicaVLCD

Dieta ProteicaVLCD è un programma completo pensato per la gestione del sovrappeso e dell'obesità. Perchè ritrovare il giusto peso significa anche ritrovare benessere e salute, obiettivi così importanti possono essere raggiunti solo se ci si affida ad un programma serio ed efficace, sostenuto da linee guida internazionali e da una vasta letteratura scientifica.

Dieta ProteicaVLCD è un programma dimagrante ad esclusivo indirizzo medico, risponde ai più importanti requisiti di sicurezza, da comprovati risultati medici e mantiene le promesse indispensabili per migliorare lo stato di salute.

Dieta ProteicaVLCD è una dieta a bassissimo contenuto calorico, inferiore alle 800 cal, facilita una rapida perdita di peso, anche in modo localizzato, senza fame e risultati duraturi nel tempo.

Dieta ProteicaVLCD è corretta integrazione di minerali e vitamine.

Dieta ProteicaVLCD non è una dieta iperproteica, la quantità di proteine somministrate sono in relazione al peso ideale. Per una donna di 60 kg la quantità di proteine somministrate corrispondono a 72 gr, (1,2 gr per chilo di peso ideale)

Il programma è caratterizzato da quattro fasi:

 

Fase Intensiva, Fase di Transizione, Fase di Stabilizzazione e Fase di Mantenimento.

 

tappe della dieta proteica

Dieta ProteicaVLCD e Diabete tipo 2

 

In Italia circa 3 milioni sono i soggetti diabetici e 1 milione è diabetico senza saperlo.

Il Diabete è una malattia cronica caratterizzato da un aumento della concentrazione ematica di glucosio. L'aumento della glicemia si manifesta quando è presente un deficit assoluto o relativo dell' ormone insulina prodotto dal pancreas. La diagnosi di diabete viene fatta quando si riscontrono valori di glicemia oltre i 200 mg/dl in qualunque momento della giornata o dopo 2 ore dai pasti.

Il Diabete tipo 2 è la forma di gran lunga più frequente (circa il 90%) dei casi.

Continua a Leggere...

Dieta ProteicaVLCD e Apnee notturne

 

L' apnea notturna è un disturbo caratterizzato dalla comparsa di pause respiratorie durante il sonno. Queste pause possono durante da pochi secondi a qualche minuto, per più di 30 volte ogni ora.

Per questo motivo è scarsa la qualità del sonno e ci sentiamo stanchi al risveglio.

Fattori che favoriscono la comparsa sono: Fumo, Obesità, Ipertensione, Diabete.

Mentre risulta essere un fattore di rischio di: Ictus, Infarto miocardico e Morte improvvisa.

La diagnosi viene fatta mendiante il test della Polisonnografia.

La Dieta ProteicaVLCD nei pazienti obesi rappresenta l'indicazione principale al suo trattamento

Continua a leggere...

Servizio di TeleMedicina

Dietaproteica.info è il Dott. Massimo Vincenti responsabile scientifico attivano lo spazio Telemedicina Online.

Il servizio è pensato per chi per motivi logistici, personali o geografici non può  seguire il programma Dieta ProteicaVLCD presso le strutture dove opera il Dott. Vincenti.

Per poter accedere a questo servizio è importante effettuare la Prima Visita, per la valutazione diagnostica e successiva proposta del programma di terapia mutrizionale

"Le 4 Fasi del Benessere Dieta ProteicaVLCD" 

Grazie alle tecnologie web a disposizione è possibile programmare i normali controli di routine utilizzando materiale informatico come questionari, schede di valutazione e videoconferenze, attivare account skype.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce la telemedicina come: "Erogazione dell'assistenza sanitaria, quando la distanza è un fattore critico, a tal fine sono utilizzate le tecnologie informatiche e le telecomunicazioni per lo scambio di informazioni corrette per la diagnosi, la terapia e la prevenzione di patologie ".

La terapia online per curare l'obesità e il sovrappeso, viene ad inserirsi in questo contesto e permette di seguire gli utenti presso il loro domicilio.

Il Medico Risponde

  • Buongiorno sono la Sig.ra Simona vorrei perdere 15 kg Altezza 1,72 peso attuale 88 kg , non riesco a perdere 1 etto dopo 3 gemelli sono un rottame . Sono ipotiroidea prendo eutirox 0,50 , posso fare la vostra dieta.

    Certamente Si, anche in presenza di ipotiroidismo è possibile fare questa dieta, per recuperare stima e benessere psicofisico.

  • La mia bambina e'svezzata e mangia tutto ma la sto allattando. Posso fare questa dieta?

    No. Durante la fase di allattamento non è possibile fare la dieta proteica, perchè i corpi chetonici passano nel latte materno.

  • Buonasera soffro di ovaio policistico sono in sovrappeso e mi hanno riscontrato un insulino resistenza, mi consiglia la dieta proteica.

    Certamente Si. Le consiglio vivamente una dieta proteica, potrà cosi recuperare il suo peso forma e ripristinare una regolare attività insulinica.

  • Buongiorno dottore ho iniziato da circa una settimana una dieta proteica. Il mio peso è di 105 kg e dovrei arrivare a 65 kg. Vorrei fare un po di palestra cosa mi consiglia.

    Gentile Sig. può fare qualsiasi attività fisica deve solo evitare di alzare la frequenza cardiaca oltre il 60-70% della frequenza massima aerobica. La frequenza cardiaca massima si calcola dividendo 220 meno la sua età. Per esempio se lei ha 40 anni di età, la differenza è 180 (220-40). Quindi la sua frequenza di lavoro sarà tra i 108-126.

  • Buongiorno, ho 40 anni e da circa 4 anni soffro di emicrania ogni 2/3 settimane. Ho letto che una dieta chetogenica potrebbe essere utile. Sono alta 1,60 x 49 kg. Ha esperienze su questo tipo di problematica? Ringrazio cordialmente e la saluto.

    Gentile Sig.ra Silvia, sicuramente le diete chetogene sono di aiuto nel trattare episodi recidivanti di cefalea e/o emicrania. La mia esperienza è soprattutto legata a quelle forme di emicrania associate ad obesità. La chetogenesi che si instaura nel corso di dieta proteiche oltre a facilitare la perdita di peso porta ad una riduzione o scomparsa degli episodi di emicrania o cefala. Non ho esperienza di diete chetogene iso caloriche. Comunque come primo approccio eviterei tutti quegli alimenti che possono scatenare una crisi come: cioccolato, legumi secchi, pesce conservato, uova, ecc. Cordiali saluti

  • Quale è il limite temporale della dieta iper calorica? Premetto che sono molto magra.

    Gentile Sig.ra Jailene, per definire il limite temporale di una dieta iper-calorica occorre valutare lo stato nutrizionale mediante esame bioimpedenziometrico. Se i parametri sono nella norma si può modificare il tipo di dieta.

  • Gentile dott. Vincenti sono andata dal mio medico per farmi prescrivere degli esami perchè volevo fare una dieta proteica. Mi ha severamente sgridato dicendomi che questi regimi alimentari creano problemi ai reni, è vero.

    Gentile Sig.ra il suo medico molto probabilmente legge poco la vasta letteratura che da più di 20 anni ha indagato questa metodica per trattare obesità e malattie associate. In tutti questi anni di ricerca non è mai stato documentato un danno renale. Le posso dire che ultimamente una dieta proteica è stata somministrata in pazienti diabetici con nefropatia renale. I ricercatori hanno evidenziato un miglioramento di tutti i parametri della funzione renale. Per cui se desidera fare una dieta proteica cerchi nella sua zona un medico che conosca bene la metodica e  faccia la sua dieta.

  • Buonasera vivo a Reggio Calabria ho cercato in internet un medico che prescriva questa dieta ma non ne ho trovato. Lei riceve a Lamezia pensa di venire anche qui da noi.

    Egr. Sig spero che con il prossimo anno lei possa leggere tra le sedi anche quella di Reggio Calabria. Fino a quel momento se desidera fare una dieta può contattarmi direttamente compilando il modulo contatti che trova nel sito.

    Saluti Dr Vincenti

  • Buonasera Dott Vincenti, mi chiamo Aldo sono in abbondante sovrappeso circa 95 kg. Vorrei chiederle posso fare la dieta proteica anche se ho un solo rene.

    Egr. Sig Aldo lei può tranquillamente iniziare a perdere il suo peso con una dieta proteica, sempre che la sua funzione renale è nella norma. Valori di creatinina e clearance di creatinina normali. Si rivolga al suo medico di base per richiedere questi esami e poi mi contatti.

  • Egr. Dottore da circa 5 anni ho scoperto di essere diabetico tipo 2 e da 2 prendo anche dell'insulina retard, peso 130 kg, volevo sapere se la dieta proteica può aiutarmi a perdere peso e controllare il diabete.

    Egr. Sig. la dieta proteica ha come indicazione principale oltre che l'obesità anche il trattamento del diabete tipo 2. Se volesse ricorrere a questa terapia mi può contattare o per email o per telefono al 3358335256.

  • Egr. Dottore sono una paziente di 35 anni, ho un problema di reflusso gastroesofageo e sindrome colon irritabile, peso 85 kg e sono alta 1,75. Posso fare una dieta proteica.

    Gentile Sig.ra senz'altro può seguire una dieta proteica per il suo sovrappeso, noterà miglioramenti sia con il reflusso che con il colon irritabile.

  • Buongiorno dottore, sono una donna di 37 anni è circa 10 kg di troppo che tipo di programma propone e per quanto tempo.

    Gentile Sig.ra per perdere 10 kg di peso il tempo necessario da dedicare al programma dieta è di circa 8 settimane. 4 settimane al programma intensivo, con il quale si possono perdere circa 6-7 kg e 4 settimane ai programma transizione e stabilizzazione che le faranno perdere gli altri 3-4 kg.

  • Buongiorno, mi chiamo Rita, sono di Cosenza, ho fatto in passato una dieta ipocalorica e farmaci con un medico della zona, ho visto che riceve a Rende, il suo programma è indicato per chi soffre di ipotiroidismo.

    Gentile Sig.ra Rita nessun problema per il suo ipotiroidismo, contatti il centro è prenoti un appuntamento.

  • Buonasera, mi chiamo Paola ho fatto diverse diete con scarsi risultati. Mi hanno detto che ho un metabolismo rallentato per questo perdo lentamente, cosa posso fare

    Gen.ima sig.ra Paola frequentemente le pazienti che vedo in ambulatorio mi raccontano di metabolismo lento, che consumano poco ecc. Per conoscere il consumo energetico, occorre fare un esame: la bioimpedenziometria. La BIA ci permette di calcolare la massa metabolicamente attiva quindi calcolare il dispendio energetico totale. Le posso dire che ho visto poche pazienti  obese con basso metabolismo (sarcopenia).

 

prenota una dieta proteica

 

Dieta ProteicaVLCD  è

  1. Perdita media di oltre 20 Kg in 4 mesi
  2. Provati risultati clinici
  3. Educazione alimentare continua
  4. Efficacia e sicurezza

Perchè è giusta per te

  1. E' Sicura
  2. Abbastanza restrittiva
  3. Migliora la qualità della vita
  4. Equilibrata in vitamine e minerali
  5. Inclusa in un programma di gestione del peso

Supporto Continuo

  1. Supervisione medica
  2. Supporto continuo
  3. Risposte alle vostre domande
Ultime Novità Dieta Proteica
  • Una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati migliora i fattori di rischio cardiovascolare nei soggetti obesi

    Gli autori di questo articolo hanno voluto verificare l'efficacia di una dieta VLCD di 8 settimane su 35 soggetti obesi investigando numerosi fattori di rischio cardiovascolari: peso, circonferenza vita, BMI, pressione arteriosa, glicemia a digiuno, insulina a digiuno, profilo lipidico, rapporto albumina/creatinina urinaria (UACR), proteina C-reattiva, TNFa e adinonectina, confrontando con un gruppo di controllo di 35 volontari sani. Alla fine dello studio i soggetti obesi rispetto ai volontari di controllo, mostravano una riduzione significativa del peso e circonferenza vita, dei valori pressori sia sistolici che diastolici, riduzione della insulina a digiuno, colesterolo totale e trigliceridi, riduzione significativa del rapporto albumina/creatinina urinaria, PCR e TNFα, nessuna variazione della glicemia a digiuna, HDL-C e LDL-C, mentre i livelli di adiponectina erano aumentati. Secondo gli autori una dieta VLCD risulta efficace nei soggetti obesi nel migliorare i numero fattori di rischio cardiovascolare. Continua a leggere..

  • La dieta chetogena migliora transitoriamente l'emicrania in 2 sorelle gemelle: possibile ruolo della chetogenesi?

    La dieta chetogena è stata a lungo utilizzata nel trattamento della epilessia refrattaria. I corpi chetonici prodotti del metabolismo dei grassi di deposito sono presenti durante una dieta normoproteica a basso contenuto di carboidrati (<1 gr/kg di peso ideale) e basso contenuto di grassi. La dieta è prescritta per una rapida perdita di peso. In questo articolo viene riportato il caso di una coppia di sorelle gemelle la cui emicrania migliorava durante una dieta chetogena fatta per perdere peso.

  • Sicurezza delle Diete VLCD
    Dieta chetogena a bassissimo contenuto calorico nei pazienti con cirrosi: una serie di casi

    Una riduzione di peso può essere necessaria nei pazienti con stadio terminale di malattia epatica (ESLD) prima del trapianto di fegato. Sebbene le diete fortemente ipocaloriche (VLCDs) sono una strategia molto efficace nella perdita di peso, rischiano di indurre malnutrizione proteico-calorica, sarcopenia ed encefalopatia epatica in pazienti ESLD. Segnaliamo per la prima volta l'uso di una dieta VCLDs modificata in pazienti con stadio terminale di malattia epatica (ESLD). Continua a leggere..

  • Cambiamenti a breve termine dopo una riduzione di peso in avanzata nefropatia diabetica.

    Un gruppo di ricercatori del dipartimento di medicina dell'Università Indianapolis, Indiana hanno somministrato a 6 pazienti obesi con avanzata nefropatia diabetica una dieta a bassissimo contenuto calorico chetogena (VLCD). Lo studio aveva lo scopo di valutare l'effetto di questo regime dietetico sull'andamento della malattia. Dopo 12 settimane di questa dieta si sono valutati albuminuria e altri parametri  della funziona renale.

    Oltre ad una riduzione significativa di peso, si è avuto una riduzione del 36% dell'albuminuria che non ha raggiunto la significatività statistica e una significativa riduzione statistica dei marcatori di funzionalità renale come creatinina e cistatina C. Riduzione statisticamente significativa anche dei parametri del diabete, glicemia, insulinemia e insulino resistenza.

    Secondo questi autori una dieta VLCD somministrata a pazienti diabetici con alterazioni della funzionalità renale può favorire un miglioramento del loro stato di salute generale oltre che della funzione renale. Continua a leggere..

PERCHE' E' DIFFICILE DIMAGRIRE

perchè e difficile dimagrire

 

Dimagrire per quanto ovvio non è solo perdere peso, ma è anche la capacità di mantenere il peso perso. Molti hanno provato numerose strade per eliminare l'eccesso di grasso, ma invano dopo un periodo di dimagrimento, sono tornati ad accumulare.

Questa difficoltà è dovuta in buona parte al fatto che il nostro organismo tende a difendere le nostre riserve di grasso.

Continua a leggere...

Dieta ProteicaVLCD
  Il Dott. Massimo Vincenti come direttore scientifico del programma "Le 4 Fasi del Benessere Dieta ProteicaVLCD " utilizza i prodotti dietetici S.D.M. Società Dietetica Medica per il trattamento dell'obesità e del sovrappeso. In questo video è possibile vedere una giornata tipo in dieta proteica.

Attività fisica durante la dieta

Qualunque sia la tua condizione, il programma Dieta ProteicaVLCD ti da il supporto che hai bisogno per rimanere in forma.attività fisica nella dieta chetogena proteicaUna attività fisica costante ti aiuta non solo a controllare il peso, ma ti da una forte motivazione a cambiare stile di vita. Si vive in un mondo frenetico per cui l'attività fisica ricreativa svolge un ruolo sempre più piccolo nella nostra vita quotidiana. Essere attivi fisicamente aiuta a perdere peso ed è la chiave per la gestione del nuovo peso.

Continua a leggere...

Calcola il tuo peso

Scopri se hai bisogno di perdere peso.calcola pesoPerchè raggiungere il peso forma non è soltanto una questione estetica ma soprattutto un obiettivo legato al benessere.

Il rischio di sviluppare malattie e direttamente proporzionale alla differenza tra il proprio peso e il peso ideale. Allontanarsi dal peso ideale può avere ripercussioni anche dal punto di vista psicologico e sulla qualità della vita.

Calcola il tuo peso...